E noi parliamo ancora di case e ville

Oggi, sul Sole 24 Ore, scopriamo che i laureati non vanno a votare più, preferiscono l’astensione. La parte, cioè, più colta, attiva, preparata ed “esigente” preferisce l’area del non-voto, delusa dalla sterilità dell’offerta politica attuale. E, invece di parlare di questo – di come cioè i “migliori” si debbano sentire stranieri a casa loro, impossibilitati a muoversi per cambiare le cose – si preferisce continuare a parlare di case e ville. Continuate pure, bravi. Che tanto poi, il conto di tutto questo lo pagheremo noi.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: