Tag Archives: fatto quotidiano

Scelte (molto) Radicali

Un fantastico – as usual – Stefano Disegni. Via Fatto Quotidiano.

Annunci

Vergogna Stracquadanio

La pena che mi fa Giorgio Clelio Stracquadanio certe volte è seconda solo all’ilarità che le sue parole mi suscitano. È il prototipo del perfetto berluscones, falco sino all’inverosimile, sul modello dell’amico di cui vi ho parlato qualche giorno fa. Ebbene, ieri si è reso protagonista di un’uscita tristissima, che probabilmente risponde all’idea che certe fasce della coalizione del centro destra hanno della nobile arte della Politica (e anche del giornalismo). Intervistato dal Fatto Quotidiano, lo Stracquadanio ci ha infatti ricordato che, per costringere Fini a dimettersi dallo scranno più alto di Montecitorio, c’è ancora una carta da giocare.

Cosa?
C’è l’ipotesi Boffo.

Che c’entra Boffo?
C’entra, c’entra. Boffo si è dimesso da Avvenire per il martellamento de Il Giornale.

Insomma, la strategia è più che chiara: infangare, infangare, infangare chiunque osi ribellarsi al Padre-Padrone. Senza alcun freno, né dignità. Anche a costo poi di retromarce clamorose, di scuse postume. Senza alcun rispetto di sé o degli altri. L’unica cosa che mi rincuora, è che se Berlusconi è circondato da elementi così, allora una speranza c’è. Nel frattempo gustatevi la piccantissima risposta del direttore dell’Avvenire, Marco Tarquinio:

Delle due l’una: o Stracquadanio non sa quello che dice o la sa troppo bene. Nel primo caso, dovrebbe vergognarsi e fare ammenda. Ma se la conclusione giusta fosse la seconda, se davvero il deputato pdl crede e grida che si possono fare (e pubblicare) carte false per colpire il bersaglio di turno, gliene saranno grati i suoi nemici, non i suoi amici. E dovrebbe fare ammenda chi gli ha dato un ruolo pubblico.

Dovrebbe, sì. E non solo per questo. Ma non lo farà mai, rassegnamoci.

Da morir dal ridere (o dal pianger, fate voi)

Se avete voglia di sganasciarvi dal ridere, non vi perdete l’intervista di Luca Telese al Ministro Rotondi di oggi sul Fatto Quotidiano. Scoprirete che il nuovo Aldo Moro, “colto, intellettuale, appassionato dalla politica come ad un saggio politologo” è l’immancabile Sandro Bondi (sì, l’ex comunista costantemente amareggiato) e che Silvio Berlusconi è la reincarnazione di tre statisti (con la S maiuscola!) dello scorso secolo: “carismatico come Fanfani (e questo ci può stare), votato alla causa come Sturzo (si starà rivoltando nella tomba) e roccioso come De Gasperi (sì, va bene, come no)”. Ma chi gliele scrive le battute a Rotondi? Un giorno di questi mi farà morire se continua così!

[PS: la lettura è sconsigliata ai più piccoli, non vorrei che qualche bambino si facesse un’idea sbagliata sui pochi veri statisti che il nostro Paese ha avuto]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: